Vai al contenuto

#034 Più parlo in italiano, più il mio italiano migliora?

più parlo italiano più miglioro

Io sono Moreno, benvenuto ad un nuovo episodio del podcast di The Italian Coach. Il podcast che ti aiuta a imparare l’italiano in modo indipendente facendo ciò che ami.

In questo episodio risponderò ad una delle domande più frequenti che mi vengono fatte: Più parlo in italiano, più il mio italiano migliora?

In seguito ti racconterò una breve storia in due versioni differenti. Così potrai imparare la grammatica senza doverla studiare. Si tratta della storia di un sequestro, non perdertela!

Dunque, prima di rispondere alla domanda iniziale voglio farla a te: Secondo te, più parli in italiano, più il tuo italiano migliora?

Hai risposto alla domanda? Bene, possiamo continuare.

Il concetto base da cui dobbiamo partire è il seguente: Parlare è un’attività di output, ovvero di produzione della lingua.

E di cosa abbiamo bisogno prima di essere in grado di produrre o generare qualsiasi cosa? Esatto, di un input.

Senza input, niente output. D’accordo? Se non installo dei programmi sul mio computer, il computer è inutile.

Il tuo input come studente di italiano sono dei libri (attenzione i classici libri di testo o di grammatica non contano), dei podcast, delle storie, dei film, dei fumetti, dei blog, ecc.

Bene, ora dimmi come fai a produrre l’italiano, se non hai mai ascoltato o letto qualcosa in italiano?

Che cos’è una lingua? Cos’è l’italiano? È un mezzo di comunicazione forse mi dirai. Giusto. È un mezzo per comunicare delle informazioni, delle conoscenze, dei sentimenti, delle opinioni e così via.

Facciamo un esempio: Cosa significa “voglio parlare l’italiano”? Significa tutto e niente. È troppo vaga come affermazione.

Ora ascolta attentamente la seguente affermazione: “Voglio parlare di un film poliziesco in italiano.”

Hai notato la differenza?

Tu quando parli in italiano parli sempre di un argomento.

Non è possibile parlare di film polizieschi in italiano, se non hai mai letto o ascoltato qualcosa su quel tema in italiano.

L’italiano è una delle mie due lingue materne, ma non sono capace di parlare di microbiologia. Perché? Perché non ho mai letto o ascoltato qualcosa a riguardo. Non ho mai consumato dell’input che parlasse di quell’argomento. Mi mancano semplicemente le parole, le espressioni.

Tramite la lingua italiana impari delle cose. Tramite l’italiano ti intrattieni. Tramite l’italiano ti informi. Ecco perché ti dico sempre di dare più importanza a quello che ti interessa e diverte.

Prima l’input, e poi l’output. Ascolta e leggi e poi parla. Mantieni la calma e ripeti questi passi all’infinito per imparare l’italiano. Tutti e tre.

Come vedi, parlare è importante. Perché se non parli mai sarai come un musicista che non suona e non improvvisa mai. Quindi, ti consiglio di parlare regolarmente.

Ma, se speri di magicamente migliorare il tuo italiano passando esclusivamente decine e decine di ore a conversare, purtroppo rimarrai deluso. Non è né efficace, né efficiente.

Se sei agli inizi del tuo percorso con l’italiano o ti trovi in uno stadio intermedio, allora il tempo da trascorrere (passare) con attività di input dovrebbe essere sempre maggiore rispetto al tempo che dedichi alla conversazione. Se, invece, sei ad un livello già molto avanzato, è un altro discorso e puoi tranquillamente capovolgere (invertire) il tempo dedicato.

È come se un musicista suonasse tutti i giorni sempre le stesse canzoni e melodie senza imparare nuove canzoni e quindi nuovi accordi, nuovi fraseggi ecc. Senza nuovi impulsi non migliorerà le proprie capacità.

Secondo molti la conversazione è la chiave più importante per imparare una lingua, quando, in realtà, si tratta soltanto di una delle chiavi.

Ricorda, l’output non può esistere senza un input. È talmente (così) semplice.

Bene, cosa ne pensi di tutto ciò? Sei d’accordo? Pensi che parlare sia l’attività più importante? Raccontami la tua esperienza nei commenti sul mio sito o su Youtube.


Una storia – Diversi punti di vista

Ottimo! Adesso passiamo alla seconda parte dell’episodio. Qui userò la cosiddetta tecnica del punto di vista. Questa tecnica ti aiuterà ad imparare aspetti grammaticali in modo intuitivo senza esercizi noiosi e senza imparare a memoria le regole.

Ti racconterò una breve storia due volte. La seconda volta, però, la racconterò da un altro punto di vista. Cambiando il tempo verbale o la persona.

Fammi sapere nei commenti se questo tipo di esercizio ti sembra utile.

Bene, iniziamo!

Al presente

Giulia è la multilingue per eccellenza. Parla senza fatica l’italiano, l’inglese, il russo e lo spagnolo. Non è, quindi, una sorpresa che la più grande passione di Giulia sia chiacchierare.

Un giorno una banda di malviventi russi sequestra Giulia. I sequestratori la portano in una casa sperduta in campagna. Quando Giulia capisce che i malviventi sono russi, inizia subito a parlargli in russo. E cosi racconta tutta la sua vita ai sequestratori. I malviventi non riescono a fermarla in nessuna maniera.

Giulia continua a chiacchierare senza sosta. Allora, uno dei sequestratori chiama la famiglia di Giulia. La famiglia chiede immediatamente al sequestratore quanti soldi vogliono per il riscatto. Il malvivente risponde piangendo che possono riavere Giulia senza dovere pagare nulla. Perché Giulia li sta portando ad un esaurimento nervoso e non la sopportano più.  

Al passato

Giulia era la multilingue per eccellenza. Parlava senza fatica l’italiano, l’inglese, il russo e lo spagnolo. Non era, quindi, una sorpresa che la più grande passione di Giulia fosse chiacchierare.

Un giorno una banda di malviventi russi ha sequestrato Giulia. I sequestratori l’hanno portata in una casa sperduta in campagna. Quando Giulia ha capito che i malviventi erano russi, ha subito iniziato a parlargli in russo. E cosi ha raccontato tutta la sua vita ai sequestratori. I malviventi non riuscivano a fermarla in nessuna maniera.

Giulia continuava a chiacchierare senza sosta. Allora, uno dei sequestratori ha chiamato la famiglia di Giulia. La famiglia ha chiesto immediatamente al sequestratore quanti soldi volessero per il riscatto. Il malvivente ha risposto piangendo che potevano riavere Giulia senza dovere pagare nulla. Perché Giulia li stava portando ad un esaurimento nervoso e non la sopportavano più.  

Poveri sequestratori, devono essere traumatizzati dalla voglia di chiacchierare di Giulia.

Questa tecnica la trovi anche in modo più esteso nella mia risorsa digitale Cappuccetto Rosso.

Il contatto con i miei ascoltatori è molto importante per me. Se hai, quindi, dei suggerimenti o delle domande, scrivimi su ciao@italiancoach.net. Sarò felice di leggere il tuo messaggio.

Scarica la trascrizione in PDF qui.

YouTube video

6 commenti su “#034 Più parlo in italiano, più il mio italiano migliora?”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.