Vai al contenuto

#025 Imparare l’italiano da introverso

imparare italiano da introverso

Ciao a tutti!

Io sono Moreno e ti aiuto ad imparare l’italiano in modo indipendente e piacevole facendo ciò che ami.

Nella prima parte dell’episodio di oggi parlerò di come gli introversi possono imparare l’italiano. Nella seconda parte ci sarà il classico esercizio di conversazione che ti aiuterà a parlare in modo spontaneo.

Definizione di introverso

Prima di tutto chiariamo cosa significa essere introversi. Cos`è un introverso? Se chiedessimo per strada a 15 (quindici) persone di descrivere un introverso, riceveremmo probabilmente 15 descrizioni diverse. Tra cui:

  • Timido
  • Poco socievole.
  • Non ha amici.
  • Triste
  • Sta sempre a casa.
  • Ha paura della vita.

Come vedi si tratta di caratteristiche percepite in maniera negativa. Gli estroversi, invece, sarebbero descritti in modo molto più positivo (solari, aperti, alla mano ecc.).

Ma tutto ciò non ha senso. Una persona introversa non è di per sé una persona negativa. Come un estroverso non è automaticamente una persona positiva.

Secondo me non bisogna cercare la distinzione principale nelle caratteristiche che ho appena menzionato. Anche un estroverso può tranquillamente essere timido o ansioso.

La differenza di base sta secondo me nella maniera in cui una persona recupera le proprie energie mentali. Se per recuperare energia hai bisogno di stare da solo si può dedurre che sei tendenzialmente introverso. Se hai bisogno di altre persone intorno a te con cui socializzare, allora pendi di più dalla parte degli estroversi.

Ma siamo sinceri, non esiste solo il bianco e il nero. Io, per esempio, mi definirei un misto tra le due categorie. Come quasi sempre nella vita esistono moltissime sfumature e chiavi di lettura.

 

Le difficoltà di un introverso quando impara una lingua

Ma ora cambiamo il punto di vista. Qual è l’obiettivo finale della maggior parte di chi vuole imparare l’italiano o qualsiasi altra lingua?

Giusto, sapere parlare.

Ora sappiamo però che in generale, secondo alcune ricerche, le persone introverse tendono a parlare meno rispetto alle persone estroverse.

Se fai un giro su internet alla ricerca di programmi e metodi per imparare l’italiano sarai sommerso da siti che ti suggeriscono di parlare subito e tanto per raggiungere i migliori risultati al più presto.

Ovviamente non è sbagliato, perché per imparare a parlare bisogna necessariamente anche parlare. Ma tutto ciò può spaventare e terrorizzare un introverso. All’introverso piace di più ascoltare piuttosto che parlare. All’introverso piace stare da solo e passare del tempo con sé stesso.

Poi ci sarebbero tutte le promesse del tipo: “fai questo e imparerai l’italiano in pochi mesi”, “usa il mio corso per imparare velocemente.” Tutta questa fretta, questa velocità può rendere ansioso un introverso. L’introverso non ha bisogno di fretta, vuole pensare prima di agire.

Se un estroverso è attratto da soluzioni veloci e pratiche, l’introverso di regola preferisce fare con calma e godersi il viaggio.

Tendenzialmente le persone introverse sono anche più analitiche e precise. Questo purtroppo può mutare facilmente in un malsano perfezionismo che ostacola il progresso. Ho notato questo fenomeno in alcuni degli studenti che ho seguito personalmente. Molto spesso le loro domande iniziavano con “perché” invece di “come”.

Scarica LA TRASCRIZIONE completa in PDF qui.


Ti piace il podcast? Vuoi supportarlo? Allora puoi offrirmi un caffè virtuale qui:


Link menzionati nell’episodio

Impara a parlare italiano attraverso brevi storie

Hitoritabi

2 commenti su “#025 Imparare l’italiano da introverso”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.