Vai al contenuto

#032 Film doppiati o con i sottotitoli?

film doppiato o con i sottotitoli

È meglio guardare un film doppiato o in lingua originale con i sottotitoli?

Oggi parliamo di un argomento che divide da tempo cinefili e semplici appassionati di cinema. Ma è un tema che riguarda anche l’apprendimento delle lingue.

Scopriamo insieme i vantaggi e gli svantaggi di queste due forme. Sia quelli generali, che quelli dal punto di vista dell’apprendimento di lingue. E vediamo anche quali soluzioni vengono adottate in Europa.

Partiamo subito!

Cosa significa doppiaggio?

Innanzi tutto, chiariamo cosa si intende con doppiaggio. Il concetto del doppiaggio è una cosa piuttosto semplice.

Solitamente sono i prodotti audiovisivi, come i film o le serie TV, ma anche i videogiochi che vengono doppiati.

In un film doppiato la voce di un doppiatore professionista sostituisce la voce originale di un attore del film.

La voce del doppiatore è sempre in una lingua diversa da quella originale dell’attore. In poche parole, se la lingua originale di un film è l’inglese, lo stesso film può essere doppiato in italiano, tedesco, spagnolo, cioè in qualsiasi altra lingua.

I dialoghi del film vengono, quindi, tradotti in un’altra lingua in modo vocale.

Cosa significa “con i sottotitoli”?

Per contro, il concetto di “con i sottotitoli”, in questo caso specifico, significa che la traduzione dei dialoghi di un film non avviene tramite la voce, ma in modo scritto.

I sottotitoli sono il testo che puoi leggere e seguire sullo schermo (monitor) mentre guardi un film.

L’audio, ovvero le voci, restano in lingua originale. Per esempio, un film ha l’audio in inglese, e i sottotitoli in italiano, portoghese, tedesco ecc.

In questo caso i sottotitoli non sono creati nella stessa lingua dell’audio, ma appunto un’altra lingua.

La situazione in Europa

Prima di dedicarci ai vantaggi e agli svantaggi dei due metodi, diamo un’occhiata (uno sguardo veloce) al panorama europeo.

Ogni paese in Europa ha le proprie preferenze e tradizioni riguardo al doppiaggio di film e serie TV.

Voglio soffermarmi (trattenermi) in particolare sul paese che forse a te interessa di più, visto che stai imparando la sua lingua: L’Italia.

L’Italia ha una lunga e storica tradizione di doppiatori. Negli anni ’30, con l’avvento dell’audio al cinema, l’Italia scelse proprio la strada del doppiaggio.

Fu una decisione per promuovere la propria identità nazionale.

Come hai forse già notato i film e le serie TV internazionali sono perlopiù (solitamente) disponibili con l’audio in lingua italiana, e sono quindi doppiati.

L’Italia non è ovviamente l’unico paese ad adottare questo metodo. Molte altre nazioni europee hanno scelto di doppiare tutti i film e le serie TV internazionali. Come per esempio la Spagna, la Germania, la Francia, la Repubblica Ceca, o l’Ungheria.  

Spostandoci un po’ più a nord o anche ad est, troviamo paesi in cui soltanto i contenuti per bambini vengono doppiati. Tutto il resto viene sottotitolato nella propria lingua. Si tratta di nazioni come il Regno Unito, la Svezia, l’Olanda, i paesi balcanici ecc.

Vantaggi e svantaggi in generale

Ma ora vediamo alcuni vantaggi e svantaggi che le due forme possono avere in generale.

Chi favoreggia per i film doppiati argomenta col fatto che guardare un film nella propria lingua madre è molto più comodo.

L’occhio non si perde nella lettura dei sottotitoli, rischiando di dimenticarsi delle immagini e di quello che sta succedendo nel film.

Di conseguenza, la concentrazione necessaria per guardare ed immergersi al 100% (cento per cento) nel film è minore (più piccola) che con i sottotitoli. È, quindi, meno stancante guardare un film doppiato.

Chi, invece, apprezza i sottotitoli lo fa perché guardare un film nella sua lingua originale rende più integro il film.

Perché niente e nessuno può sostituire la voce originale del proprio attore preferito.

Infatti, accade molto frequentemente che un doppiatore professionista leghi la propria voce a più attori.

Prova a guardare, per esempio, un film con Sylvester Stallone ed uno con Robert De Niro in italiano. Noterai che entrambi gli attori hanno la stessa voce in italiano.

Inoltre, il senso di una frase può facilmente essere distorto dal doppiaggio.

Un vantaggio dei film doppiati è che può aiutare notevolmente a promuovere l’identità nazionale e linguistica di un paese.

Ovviamente, però, è la via più costosa. Infatti, una traduzione scritta costa di meno che una traduzione vocale tramite dei doppiatori.

Vantaggi e svantaggi nell’apprendimento delle lingue

Quali sono i benefici di questi due modi di produrre film e serie TV dal punto di vista dell’apprendimento di una lingua?

Innanzi tutto, le persone che vengono da paesi che seguono la via dei sottotitoli, parlano meglio le lingue straniere. Almeno così dicono alcune ricerche.

Prendiamo come esempio i paesi della Scandinavia, dove generalmente si parla molto bene l’inglese. Infatti, in Svezia o in Danimarca i film statunitensi vengono trasmessi in lingua originale con i sottotitoli in svedese o danese.

Tutto ciò sembra logico. In questo modo il popolo si espone molto di più alla lingua inglese. Se lo confrontiamo con l’Italia, il risultato è diverso. Sappiamo bene che il rapporto che gli italiani hanno con l’inglese non è dei migliori.

Ma per fortuna grazie ai DVD e alle piattaforme di streaming, al giorno d’oggi, tutti possiamo guardare dei film in lingua originale.

Se iniziamo a guardare i film in una lingua diversa già da bambini, le probabilità di imparare bene quella lingua sono ovviamente molto alte. Come sappiamo, i bambini assorbono come una spugna tutto quello che vedono e sentono.

Ma cambiamo punto di vista e mettiamoci nella testa di un adulto che vuole imparare una lingua.

I sottotitoli nella propria lingua madre, secondo me, possono essere di aiuto quando sei un principiante. Quando inizi ad imparare una lingua, specialmente una lingua lontana dalla tua lingua madre.

Quando però hai imparato le basi, avere i sottotitoli nella tua lingua può frenare la tua immersione e quindi il tuo progresso. In questo caso sarebbe meglio avere a disposizione i sottotitoli nella lingua che stai imparando.

E i film doppiati? Anche loro possono vantare dei punti a favore.

Immagina che stai imparando l’italiano e vuoi farlo attraverso dei film. Se le pellicole (film) prodotte ad Hollywood non fossero state doppiate in italiano, ora avresti una scelta molto ridotta di potenziali film da guardare.

Un altro vantaggio è che i film doppiati usano solitamente l’italiano standard senza accenti regionali. Significa che questo tipo di film è generalmente più comprensibile per chi sta imparando l’italiano.

Ora ho una domanda per te: Vivi in un paese in cui i film vengono doppiati o sottotitolati? Fammi sapere nei commenti.

E se vuoi imparare come usare i film per migliorare la tua comprensione in italiano, dai un’occhiata al mio mini-corso e-mail gratuito.

Se vuoi contattarmi per farmi una domanda, una richiesta o anche solo per dirmi ciao, scrivimi a ciao@italiancoach.net.

Passiamo all’esercizio di conversazione.


Esercizio di conversazione

Durante questo esercizio dirò una frase per creare il contesto. Tu prova a rispondere in modo spontaneo, ad alta voce, a delle domande che ti farò su quella frase. Dopo ogni domanda avrai qualche secondo di tempo per rispondere.  

Rispondi in modo spontaneo. Non preoccuparti di sbagliare. Se ti sembra troppo difficile o veloce, puoi anche rispondere con “sì”, “no” o “non lo so”. Ripeti l’esercizio più volte. Così le tue risposte saranno sempre più sicure.

Tutto chiaro? Iniziamo!

A Luigi non piacciono i film doppiati.

Cosa non piace a Luigi?
Non gli piacciono i film doppiati. A Luigi non piacciono i film doppiati.

Non gli piacciono i film sottotitolati?
No, non gli piacciono i film doppiati.

A chi non piacciono, a Giovanni o a Luigi?
A Luigi. Non piacciono a Luigi.

Ieri sera ha guardato un cartone animato con sua moglie.

Con chi ha guardato un cartone animato?
Con sua moglie. L’ha guardato con sua moglie.

E quando l’ha guardato?
Ieri sera. L’ha guardato ieri sera.

Cosa ha fatto ieri sera?
Ha guardato un cartone animato con sua moglie.

Il pinguino nel cartone animato aveva la stessa voce di Robert de Niro.

Quale animale aveva la stessa voce di Robert de Niro?
Il pinguino. Il pinguino aveva la stessa voce di Robert De Niro

Non ho capito! Un leone aveva le stesse orecchie di Sylvester Stallone?
No, un pinguino aveva la stessa voce di Robert De Niro.

Aspetta, Robert De Niro è un pinguino?
No, Robert de Niro non è un pinguino, è un attore.

L’esercizio finisce qui. Chissà se al pinguino è piaciuto avere la voce di un attore famoso.

Ti ringrazio di cuore per avere ascoltato questo episodio. A presto!

Scarica qui la trascrizione in PDF.

YouTube video

3 commenti su “#032 Film doppiati o con i sottotitoli?”

  1. Pingback: #046 Le peggiori traduzioni italiane di titoli di film - The Italian Coach

  2. Ciao Moreno,

    Rispondendo a la tua domanda; Vivo in un paese in cui i film vengono frequentemente doppiati. Però a volte vengono anche sottotitolati, con la voce originale. Ma esiste anche la possibilità di cambiare le situazione tramite lo streaming per esempio quando guardiamo la Netflix.

    A presto

    1. Ciao Valdir!

      Grazie per avere condiviso la situazione nel tuo paese. Esatto, su Netflix spesso abbiamo l’imbarazzo della scelta su come guardare un film. 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.